UNA SPINA NEL FIANCO: I CONSIGLI DEGLI ESPERTI PER LIBERARSI DALLE CLASSICHE FITTE
Corriamo col caldo e col gelo, con le vesciche e le unghie nere, con il mal di testa e le ginocchia doloranti. Ma con la fitta al fianco NO!
Quei dolori acuti e lancinanti che si annidano sotto le costole riescono a fermare la nostra corsa.
Il medico dello sport Jordan Metzl sostiene che la causa più probabile sia la contrazione violenta e dolorosa del diaframma. Il diaframma gioca un ruolo importante nella respirazione e, proprio come i muscoli delle gambe, può affaticarsi ed avere i crampi se sottoposto ad uno sforzo eccessivo.
Esistono varie strategie efficaci per prevenire il problema:
1 RINFORZA IL DIAFRAMMA. Tre volte alla settimana, fai 10 minuti di esercizi di potenziamento per il core (zona addominale, come i classici esercizi per gli addominali o gli slanci posteriori a gamba tesa.
2 FAI ATTENZIONE A COSA MANGI. Le fitte al fianco possono dipendere anche da quando e da cosa mangi prima di correre. Se stai ancora digerendo, al diaframma affluirà meno sangue e questo può determinare lo spasmo. I cibi ricchi di grassi e fibre rallentano la digestione, perciò meglio evitarli nelle due ore che precedono l'allenamento.
3 SCALDATI BENE. Partire subito forte può provocarti un ritmo respiratorio irregolare e troppo frequente, che può farti finire piegato in due dal male.
4 PRENDI UN BEL RESPIRO. Se la respirazione è troppo superficiale non fornisce tutto l'ossigeno necessario ai muscoli, diaframma compreso.

Fonte comunicato: rivista RUNNER'S WORLD

<< TORNA INDIETRO